Sport
novembre 4, 2014 1182 Visualizzazioni

Vigilia di Coppa Italia, Fenucci: “Puntiamo alla Finale”

Vigilia di Coppa Italia, Fenucci: “Puntiamo alla Finale”

Nella serata di mercoledì, fischio di inizio alle ore 20:30, la Biagio Nazzaro farà visita al Vismara per la gara di andata della Semifinale di Coppa Italia.

Prima di pensare all’impegno di Coppa Italia però, un occhio alla partita di Grottammare di domenica scorsa. La stampa ascolana ha sottolineato e rimarcato pesantemente gli errori arbitrali che avrebbero sfavorito i biancoazzurri; e anche sulla tattica della Biagio c’è stato da ridire, definita fin troppo attendista.
L’arbitro nell’episodio incriminato (tocco di mano di Giovagnoli ndr) potrebbe aver sbagliato, anche se giudicare un’intera prestazione da un episodio mi sembra eccessivo. Nel complesso a mio parere ha arbitrato bene e un errore può succedere in 96 minuti. La gara invece – spiega il tecnico dei chiaravallesi Fenucci – è stata la perfetta fotocopia del risultato. Un giusto pareggio, un giusto 0 a 0 figlio di poche occasioni da rete. Noi la partita la avevamo preparata in un altro modo, poi però è sul campo che vanno messe in pratica le idee e le giocate provate in allenamento; evidentemente in entrambe le squadre è emersa un pò di ‘paura’ di perdere. Sono comunque soddisfatto, perché per quanto preferisca partite giocate a viso aperto, dove fioccano tiri e emozioni, portare a casa un punto da questo campo sarà dura per tutti; dopo 9 giornate non si è primi a caso. Inoltre ciò che mi piace sottolineare è anche lo 0 nella casella dei gol subiti, dopo qualche sbavatura nelle scorse uscite è stata una nota lieta e importante.”

Grottammare è già il passato, l’immediato futuro si chiama invece Vismara. Ampio turnover o a questo punto vale la pena “rischiare” un pò di più rispetto ai precedenti turni?
A questa competizione ci tenevamo e ci teniamo, puntiamo alla finale. Ovviamente il Campionato era e rimane prioritario, ma non darò ‘contentini’. Scenderà in campo solo chi in settimana dimostra serietà e impegno durante gli allenamenti. Penso tra gli altri ai vari Allegrini, Giampieri, Landriscina, Tenace, Silvestrini e Bartolucci. Non si tratterà di vero e proprio turnover perché sono tutti ragazzi di valore che meritano come gli altri.

Meglio giocarsi la gara di ritorno a Chiaravalle dove magari, come accaduto già col Fossombrone, potrà essere ribaltato il risultato se a Pesaro dovesse andar male?
Non credo possa agevolare più di tanto, anche perché non dimentichiamoci che sia col Portorecanati che col Fossombrone le basi per il passaggio del turno le avevamo già poste nella gara di andata in trasferta. A Fossombrone è vero che avevamo perso, ma un 3 a 2 in trasferta ti pone quasi nelle stesse condizioni di uno 0 a 0. Al di là di questi ragionamenti, ciò che penso sia più importante sarà il cercare di fare una prestazione senza timori provando anche a far gol.

In campionato, a Chiaravalle, finì 2 a 0 per il Vismara. Che differenze ti aspetti rispetto a quella gara?
In tutta onestà spero che la squadra possa ripetere la stessa prestazione, chiaramente con un esito diverso. Quella partita infatti fu segnata da due episodi sfavorevoli dove prendemmo due gol su due palle inattive, mentre per il resto della gara il pallino del gioco fu nostro. Questa volta si giocherà di sera, di mercoledì, in un altro campo e con interpreti diversi, quindi sarà tutta un’altra storia. Ma ribadisco, se ripeteremo quel tipo di gara difficilmente usciremo dal campo con uno score negativo, anche perchè i risultati, salvo eccezioni, sono sempre figli delle prestazioni.

Torniamo al campionato, al Comunale domenica arriva il Montegiorgio. Gara molto insidiosa sotto molti punti di vista.
L’esperienza mi insegna che questo campionato, pur senza la classica corazzata che invece c’era nelle scorse stagioni, è molto più difficile. Quasi tutte sono attrezzate per far bene e praticamente nessuna può essere considerata una squadra materasso; lo dimostra il successo di domenica del Portorecanati che ha accorciato ancora di più la classifica. Pensiamo allo stesso Montegiorgio, nelle zone calde della classifica ma con un organico di tutto rispetto. Basti pensare a Marcoaldi, uno dei migliori attaccanti della categoria, Finucci, Pulcini e altri. Dunque se crediamo che a Chiaravalle arriverà una squadra sfiduciata rischiamo davvero grosso. Sono però sicuro che non commetteremo questo errore perchè ormai i ragazzi credo abbiamo capito quanto conti il giusto approccio alla gara.”

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments