Sport
febbraio 23, 2015 951 Visualizzazioni

Torna il sereno in casa Biagio

Torna il sereno in casa Biagio

A volte il destino ci mette del suo per rendere le cose speciali. Non le rende necessariamente belle, anzi, a volte fa l’esatto contrario, di certo però quando ci si mette di impegno riesce a dargli un contorno romantico.

Pensiamo a Giovanni Fenucci, capitano rossoblu, colonna portante della Biagio ormai da tre anni, chiaravallese e biagiotto. Pochi giorni fa, con tutto questo peso sulle spalle, ha calciato tra le braccia di Massetti, portiere del Città di Castello, il rigore che ha sancito l’eliminazione della sua squadra dalla Coppa Italia.
Ecco, quattro giorni dopo, lo stesso Fenucci (finora mai a segno in maglia Biagiotta), in pieno recupero, mette in rete a Fossombrone il gol del 3-2 che regala una gioia fin troppo attesa dalla sua squadra.

Come all’andata (fu l’ultimo pieno casalingo) la Biagio batte dunque il Fossombrone e come al Comunale lo fa con un 3-2. Certo, non possiamo parlare di impresa, viste le difficoltà di classifica dei pesaresi, ma in casa Biagio questi tre punti valgono davvero tanto. E considerando che nelle precedenti 9 partite i rossoblu aveva messo a segno un misero bottino di 3 gol, oggi, averli segnati in un solo match non può che far tirare un sospiro di sollievo.

Il successo arriva al termine di una partita dove la Biagio ha giocato e cercato la vittoria con voglia, testa e gambe, e questo nonostante le scorie di una lunga serie di incontri nelle ultime settimane abbiano messo a dura prova la squadra dal punto di vista psicofisico.
Il campo di Fossombrone è pesante perchè la pioggia è caduta abbondante prima e durante il match. Fenucci lo sa e, anche a causa delle assenze, ridisegna la formazione con un 4-4-2 un pò sbilanciato in avanti perchè oltre alle due punte Mbaye e Gabrielloni, inserisce Sampaolesi e Borgnoni esterni.

Dopo un primo tempo senza gol, la ripresa regala le prime soddisfazioni con Sampaolesi che direttamente da calcio di punizione porta in vantaggio i suoi. Il pari però non tarda ad arrivare e i locali segnano con Cecchini. Il nuovo vantaggio rossoblu lo sigla Gabrielloni dagli undici metri per precedente atterramento di Mbaye e sempre dal dischetto il secondo pareggio dei locali con Bartoli. Le proteste per l’assegnazione del penalty sono vibranti.
Quando l’appuntamento con la vittoria sembrava ormai rinviato per l’ennesima volta, dopo una serie di attacchi alla porta avversaria, in pieno recupero, sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti il gol del Capitano.

Se sia la partita della svolta è presto per dirlo e difficile prevederlo. Di oggettivo ci sono solo i numeri e questi ci dicono che, sia pur quasi impercettibilmente, la distanza dai playoff ora è nuovamente minore rispetto a quella dai playout.

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments