Sport
ottobre 12, 2015 994 Visualizzazioni

Terza sconfitta consecutiva per il Chiaravalle Futsal

Terza sconfitta consecutiva per il Chiaravalle Futsal

Terza sconfitta consecutiva per il Chiaravalle Futsal, ottenuta nel difficile campo di Mercatello sul Metauro, contro un Pieve d’Ico coriaceo, al termine di una gara giocata sicuramente non bene, dove le recriminazioni possono rivolgersi solo all’atteggiamento sbagliato mostrato in campo: sono mancate concentrazione e voglia di vincere, componenti senza le quali diventa difficilissimo ottenere punti anche con squadre teoricamente “alla portata”.

PIEVE D’ICO – CHIARAVALLE FUTSAL: 7  – 3
Marcatori: Guerra (P), Amato (P), Gnesi (C), Lentinello (P) Garavani (P) // Vichi (C), Marchetti (P), Amato (P), Gnesi (C), Guerra (P)
Formazioni:
PIEVE D’ICO: 3 – Ugolini Luca, 4 – Riminucci Marco, 5 – Guerra Alex, 6 – Del Gallo Antonio, 7 – Marchetti Michael, 8 – Donnini Gianmatteo, 9 – Amato Marco, 10 – Meliffi Nicola, 11 – Garavani Andrea (K), 12 – Storti Simone, 13 – Patarchi Francesco, 14 – Lentinello Sebastiano. All. Marchetti Stefano
CHIARAVALLE FUTSAL: 1 – Sampaolesi Giacomo, 2 – Gentilucci Nicolò, 3 – Rinaldi Edoardo, 5 – Ciarimboli Matteo, 6 – Tesei Simone, 7 – Gnesi Stefano, 8 – Bini Luca, 9 – Spinsanti Edoardo, 10 – Menotti Diego, 11 – Vichi Fabrizio (K), 12 – Pierini Michele. All. Maggiori Andrea

Il campo di dimensioni ridotte e l’atteggiamento aggressivo dei padroni di casa mettono in luce sin dall’inizio quelle che saranno le caratteristiche della gara: impossibilità al gioco di squadra, tanta fisicità, numerose conclusioni verso la porta avversaria, molti confronti/scontri individuali.

Le prime occasioni sono del Pieve: al 2′ traversa di Meliffi, poi due volte bravo Pierini, prima sullo stesso Meliffi dalla distanza, quindi su Amato a chiudere un pericoloso 2 vs 1. La risposta chiaravallese arriva al 10′ con Rinaldi che spara appena lato, ma soprattutto con Spinsanti che, ben servito da Menotti a centro area, trova la doppia respinta prodigiosa di Storti. E come spesso accade…gol mancato gol subito: punizione a 2 dal limite e Guerra insacca imparabilmente. Passano 4′ minuti e Amato trova il raddoppio con la botta dai 10′ metri che s’infila all’incrocio; un’altra conclusione dalla distanza al 23′ permette agli ospiti di accorciare le distanze: Gnesi si libera del proprio diretto avversario e scarica verso la porta, trovando prima il palo, quindi il gol. Partita riaperta, ma solo per pochi minuti perchè il finale di tempo è disastroso per i rosanero: al 28′ il palo esterno di Meliffi anticipa di un niente il gol di Lentinello che, dopo una palla persa dal Futsal, ribatte in rete la prima respinta di Pierini, mentre nell’unico minuto di recupero un’altra palla persa consente a Garavani di siglare facilmente il 4 a 1.

La ripresa riparte con il Chiaravalle Futsal intenzionato a riaprire la gara; è capitan Vichi che cerca di risollevare i suoi: al 2′ la sua punizione viene respinta in angolo da Storti che nulla può invece, 1′ dopo, su un’altra punizione dello stesso numero 11 chiaravallese. Gli ospiti provano ora a spingere per rimettere in discussione il risultato, mentre il Pieve si chiude ricorrendo spesso al fallo, tanto da portarsi al 5° fallo cumulativo già al 14′; nello stesso minuto arriva però anche il gol di Marchetti che appena entrato batte dalla distanza Pierini. Il gol piega le gambe alla squadra di mister Maggiori che trova solo la traversa con la conclusione di Gnesi, mentre i padroni di casa prima sciupano un tiro libero con Meliffi (bella risposta di Pierini), quindi allungano ancora con Amato che punisce la distratta difesa ospite appoggiando senza difficoltà sul secondo palo. Il finale di gara vede la doppietta di bomber Gnesi che insacca al 27′ dopo la ribattuta del portiere, quindi il definitivo 7 a 3 siglato da Guerra ancora appostato sul 2° dopo un fallo laterale.

Sconfitta pesante per il Chiaravalle Futsal che non deve demoralizzare, ma unicamente dare la giusta rabbia necessaria ad affrontare nel migliore dei modi l’impegnativo test di sabato prossimo: al palasport di Chiaravalle arriva il Real San Costanzo, con il derby in famiglia tra i mister Maggiori. La scorsa stagione furono due pareggi per 2 a 2, quest’anno la speranza, anzi l’imperativo d’obbligo, non può essere rappresentato da nient’altro al di fuori della vittoria!

di Simone Marani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments