Sport
dicembre 9, 2014 792 Visualizzazioni

Tanto agonismo ma poche emozioni, giusto pareggio tra Biagio e Monticelli

Tanto agonismo ma poche emozioni, giusto pareggio tra Biagio e Monticelli

Un campo non in perfette condizioni (Mr Fenucci a fine gara lo definirà “vergognoso”), alcune assenze pesanti (Gabrielloni su tutte) e un avversario tonico e decisamente più forte fisicamente. Con queste premesse fare un risultato positivo non era così scontato; e invece i giovani rossoblu hanno tenuto testa al Monticelli, cercando di esprimere un gioco propositivo, nonostante pure da fuori fossero più che evidenti le difficoltà anche nei palleggi più elementari a causa di un manto erboso impresentabile.

BIAGIO NAZZARO – MONTICELLI 0 – 0
BIAGIO NAZZARO: Allegrini, Silvestrini, Bartolucci (39’ s.t. Magini), Fenucci Giovanni, Giovagnoli, Cecchetti, Domenichetti, Rossini, Fabiani (3’ s.t. Mbaye), Giampieri (29’ s.t. D’Urzo), Borgognoni. A disposizione: Cecchini, Medici, Tenace, Clementi. All. Fenucci Gianluca
MONTICELLI: Calvaresi, Poli, Monaco, Menchini, Adamoli, Aljevic, Rodia (12’ s.t. Traini), Gesuè (40’ s.t. Cinesi), Cacciatori, Grilli (6’ s.t. Battilana), Rega. A disposizione: Pompei, Paoluzzi, Ciampini, Sosi. All. Stallone (squalificato: in panchina Sosi)
ARBITRO: Bonaldo della sezione di Conegliano Veneto
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti: Borgognoni, Rodia, Grilli, Aljevic, Menchini, Cinesi

La cronaca è davvero avara di spunti. La Biagio fa più possesso, il Monticelli fa invece della sua ottimale condizione fisica il punto di forza puntando a far male i rossoblu con pericolose ripartenze. Al 18’ Rega grazia la Biagio angolando troppo una conclusione da ottima posizione. Al 29’ Rossini controlla di petto e calcia al volo col mancino, palla sopra la traversa. Al 39’ il brivido più forte di tutta la giornata. Punizione dai 30-35 metri per il Monticelli. Il numero 5 Adamoli sul punto di battuta. Botta terrificante e palla che si stampa all’incrocio.

Secondo tempo simile alla prima frazione, almeno dal punto di vista del numero delle occasioni da rete. Di diverso c’è lo spirito della Biagio, che ora sembra più offensivo. Dopo pochi minuti dalla ripresa entra anche Mbaye, e subito dà l’impressione di voler incidere sul match. La prima conclusione però è di Domenichetti che spalle alla porta al 7’ si gira e manda alto. Al quarto ci prova invece Rossini, Calvaresi para senza patemi. Al 20’ è invece Traini a creare grattacapi alla difesa rossoblu su calcio d’angolo. Al 23’ in mischia Cecchetti riesce a calciare di destro dal limite dell’area piccola, l’equilibrio precario e le tante gambe davanti a lui rendono il tiro facile preda per Calvaresi. Prima del termine c’è anche una ghiotta occasione per Rossini su calcio di punizione dal limite. Come un treno arriva però da dietro Mbaye che calcia molto forte ma con poca precisione mandando molto alto sopra la traversa. L’arbitro però fa ripetere ma il copione è lo stesso, questa volta la palla esce di poco, sempre alta.

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments