Politica
maggio 5, 2015 1484 Visualizzazioni

Sindaco e studenti chiaravallesi a Treuenbrietzen

Sindaco e studenti chiaravallesi a Treuenbrietzen

Il legame tra Chiaravalle e la città tedesca di Treuenbrietzen ha origine da un evento tragico avvenuto negli ultimi giorni della Seconda Guerra mondiale: il 23 aprile del 1945, 127 cittadini italiani internati nel campo di lavoro di Treuenbrietzen/Nichel furono brutalmente massacrati dai soldati della Wehrmacht e sepolti rapidamente in una fossa, credendo che fossero tutti morti. Fortunatamente in quattro si salvarono, nascondendosi sotto i corpi dei loro compagni più sfortunati, e tra loro c’era anche il chiaravallese Edo Magnalardo, cui è dedicata la sede cittadina dell’ANPI.

Quell’episodio tragico e incredibile allo stesso tempo, rivelato dal protagonista solo parecchi decenni dopo, è stato alla base dell’iniziativa di un gemellaggio, promosso dall’Unione Europea, che unisce le due città da ormai 5 anni.
Quest’anno, settantesimo anniversario dell’eccidio e della fine della guerra, il legame fra le due cittadine è stato celebrato in modo speciale poiché il Comune di Chiaravalle ha scelto di trasformare il racconto della vicenda storica in una lezione dal vivo.

In rappresentanza del Comune di Chiaravalle hanno preso parte alle celebrazioni in Germania 80 ragazzi delle terze medie accompagnati dal Sindaco Damiano Costantini, evento reso ancora più straordinario dalla presenza di Antonio Ceseri, un altro dei pochi sopravvissuti assieme a Magnalardo. L’esperienza è stata completata dalla visita all’ambasciata italiana a Berlino e ai luoghi più significativi di una città che da sola racconta l’intera storia del Novecento.
Con modeste risorse finanziarie ed un’accurata ed attenta preparazione è stato possibile realizzare questo viaggio che rimarrà senza dubbio nella mente dei nostri giovani concittadini.

Il gruppo Chiaravalle Bene Comune desidera pertanto ringraziare i sindaci delle due città, l’Istituto Rita Levi Montalcini, diretto dal prof. Daniele Sordoni e tutti coloro che hanno reso possibile rendere concreta questo momento per aver promosso promuovendo e sostenendo un’ iniziativa di grande valore educativo e che ha anche il pregio di rafforzare il sentimento di appartenenza alla nostra città e alla nostra comunità.

da Chiaravalle Bene Comune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments