Sport
novembre 10, 2014 1407 Visualizzazioni

Scivolone casalingo per la Biagio, il Montegiorgio passa al Comunale

Scivolone casalingo per la Biagio, il Montegiorgio passa al Comunale

La Biagio perde la sua seconda partita stagionale tra le mura amiche, ma questa volta fa più male perchè a mancare non sono solo i punti ma anche la prestazione. Un 3 a 1 in favore del Montegiorgio che mina qualche certezza dopo il roboante 3 a 0 di Coppa a Pesaro. Peccati di gioventù? Possibile, dato che la Biagio al di là di alcuni elementi esperti è essenzialmente una squadra di ragazzi da crescere e formare. Incidente di percorso? Altrettanto possibile, considerando che la Biagio ha dimostrato di sapersi rialzare dopo le cadute e sopratutto di meritarsi ampiamente la parte alta della classifica.
Ora rimboccarsi le maniche e ripartire pensando all’incontro con la Folgore Falerone, altra big del campionato.

Di seguito il tabellino e la cronaca della gara tratta dal sito ufficiale della Biagio Nazzaro.

BIAGIO NAZZARO 1 – MONTEGIORGIO 3
BIAGIO NAZZARO: Allegrini, Silvestrini, Bartolucci (52′ Cecchetti), Fenucci Giovanni (46′ Pericolo), Medici, Giovagnoli, Magini, Rossini, Gabrielloni, Giampieri (84′ Fabiani), Borgognoni. A disposizione: Cecchini, Ruggeri, Tenace, Landriscina. All. Fenucci Gianluca
MONTEGIORGIO: Lucani, Squarcia (66′ Donzelli), Cannella, Forò, Pulcini, Finucci, Romanski, Cardinali, Marcoaldi, Albanesi (46′ Iori), De Matteis (80′ Curzi). A disposizione: Arduini, Rossi, Mariani, Di Buò. All. Marinelli
ARBITRO: Ridolfi di Pesaro
RETI: 5’ e 47’ Romanski, 69’ Rossini, 71’ De Matteis
NOTE: ammoniti Squarcia al 55’, Borgognoni al 64’, Iori al 66’, Rossini al 70’, De Matteis al 71’. Espulsi i due tecnici: Marinelli nel primo tempo e Fenucci nel secondo tempo. Calci d’angolo: 4-2. Spettatori 300 circa

Non ci siamo. La Biagio “toppa” alla grande l´appuntamento con la maturità e il Montegiorgio vince con merito, rifilando tre reti fotocopia alla frastornata retroguardia rossoblù. Da gran signore qual è, mister Fenucci si è addossato a fine partita la piena responsabilità della sconfitta, ma certo è che oggi la squadra non ha convinto non solo dal punto di vista del risultato, quanto soprattutto da quello della prestazione, insufficiente in tutti i reparti.
Biagio in campo con un modulo inedito e tre esordienti (Bartolucci, Giampieri e Allegrini, quest’ultimo tra i pali al posto di Cecchini), con Medici accentrato e Magi e D’Urzo in tribuna per scelta tecnica, ma senza la freschezza atletica dimostrata a Pesaro nel mercoledì di Coppa. L´inizio è raggelante: al 5′ Romanski di testa “buca” subito Allegrini, capitalizzando al meglio la prima puntata offensiva dei piceni. Ci si aspetta la reazione dei rossoblù, ma la squadra sembra ancora nello spogliatoio ed è incapace di imbastire una sola azione offensiva che sia una. Quando poi, in chiusura di tempo, Giovanni Fenucci si infortuna dopo uno scontro aereo con De Matteis (verrà poi medicato con diversi punti di sutura: auguri capitano!), cala il buio completo in una squadra sfilacciata in tutti i reparti. Quasi non stupisce il raddoppio del Montegiorgio, che arriva a inizio ripresa sempre con il colpo di testa di Romanski, che sfrutta il movimento centrale di Marcoaldi (abile nel mandare a vuoto la difesa biagiotta) e incorna la palla ben calibrata da Squarcia. Rossini, ben servito da Giampieri (un sedicenne di Chiaravalle su cui puntiamo molto), riapre i giochi al 24′, ma ci pensa De Matteis a chiuderli dopo soli due minuti, andando a rete sempre di testa e sempre in mezzo ai difensori di casa per la terza volta in versione “belle statuine”. Un colpo di testa alto di Gabrielloni al 37′ e un altro fin troppo morbido di Fabiani al 43′, che non crea grattacapi alcuni al giovane portiere Lucani, sono gli ultimi scampoli di una partita che per la Biagio purtroppo non è mai iniziata. Vince con merito il Montegiorgio, ma noi non possiamo certo permetterci di essere così brutti: già da domenica a prossima a Montegranaro vedremo in campo un’altra Biagio. Scommettiamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments