Eventi
dicembre 9, 2014 1388 Visualizzazioni

Ronvaldi presenta “Il poeta delle porte sfondate” alla biblioteca di Chiaravalle

Ronvaldi presenta “Il poeta delle porte sfondate” alla biblioteca di Chiaravalle

Roberto Rovaldi, scrittore senigalliese nato in Germania, che attualmente lavora per il gruppo Prada, presenta il suo terzo libro alla biblioteca comunale di Chiaravalle venerdì 12 alle 17.15, nell’ambito dei “Venerdì letterari”, rassegna allestita dall’assessore alla cultura e pubblica istruzione Francesco Favi.

Dopo due libri dal taglio picaresco, tra aneddoti di vita e viaggi “on the road”, il quarantasettenne autore marchigiano decide di aprire lo scrigno segreto della sua vita e delle sue emozioni con un coraggio disarmante e presenta “Il poeta delle porte sfondate”.

Un viaggio che potremmo definire dantesco, alla ricerca della sua Beatrice, che lo porterà a raccontarsi. Tra le pagine di questo nuovo libro non troviamo più vecchi autobus che attraversano strade polverose, bettole dove riposare la notte dopo un trekking in Patagonia: questa volta il viaggio è più affascinante e pericoloso, vissuto sul crinale delle emozioni, del cuore e dell’amore, alla ricerca della donna della sua vita. Scavando nel suo passato Rovaldi trova molto, perché solo scavando con pazienza certosina e onestà si può vedere bene quello che si è vissuto e fino a che punto. Così il ragazzo raccontato nella prima parte del libro si fa strada nel mondo con disincanto e si prepara a diventare un uomo, suo malgrado, e a subirne tutti gli effetti collaterali. Si diventa adulti per abitudine ma lo si diventa per forza di cose e nell’assumersi questa responsabilità, l’aspetto dell’amore e della condivisione con una donna diventa fondamentale. Il nostro eroe si innamora, non ha difficoltà ad ammetterlo con tutta la fragilità del caso. Pagina dopo pagina viene fuori il lato più delicato dell’uomo Rovaldi, che fatica a rimanere lucido davanti alla donna dei suoi sogni, alla persona che gli ha fatto perdere la bussola.

Un libro da leggere come un romanzo di una vita, come una storia dove tutti noi possiamo ritrovarci. “Il poeta” Rovaldi ha il coraggio e la forza di raccontare se stesso, ma così facendo racconta la storia di ogni uomo perché ognuno di noi è così: temerario, stupido, burlone, innamorato, folle, ribelle, impegnato. Perché la vita è così.

di Gianluca Fenucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments