Politica
ottobre 20, 2014 1129 Visualizzazioni

PRC Chiaravalle: “Difendere pace e lavoro per difendere la Costituzione, un dovere per tutti”

PRC Chiaravalle: “Difendere pace e lavoro per difendere la Costituzione, un dovere per tutti”

Abbiamo partecipato, anche grazie all’organizzazione del circolo Spazio Rosso, alla ventesima edizione della Marcia Perugia Assisi, un appuntamento importante con al centro quest’anno i temi del lavoro come veicolo di pace. Una manifestazione sorprendente che, pur celata dai media, ha visto la partecipazione di otre centomila persone, un popolo colorato, giovane, motivato.

Accanto a loro tante istituzioni locali, tanti sindaci, come testimonianza che l’Italia vera ha a cuore la sua Costituzione e i suoi valori fondanti, appunto la pace e il lavoro. Ecco perché il rammarico è stato grande nel constatare che l’amministrazione comunale Chiaravalle, sempre presente nelle altre edizioni, è mancata a questo appuntamento, un segno di disinteresse che non fa onore alla città.

Ci sarà nei prossimi giorni un altro decisivo appuntamento, la manifestazione della CGIL in difesa dello Statuto dei Lavoratori, presidio di civiltà, che ha dato sostanza ai principi costituzionali. Già nel 2003 il governo Berlusconi tentò di farne carta straccia e fu proprio la manifestazione del Circo Massimo a sventarne il tentativo.
Un grandioso appuntamento di popolo al quale partecipammo, orgogliosi di avere al nostro fianco il gonfalone della nostra città a rappresentare la volontà grande e le tradizioni democratiche di Chiaravalle. Noi saremo ci saremo di nuovo e nei prossimi giorni saremo ad informare i cittadini e a raccogliere adesioni, ci piacerebbe che il rammarico di oggi, si possa trasformare nella soddisfazione di vedere sabato i simboli della nostra comunità scorrere in quel fiume di colori, di voci e di volontà che rappresenta il mondo del lavoro, i suoi diritti, la sua cultura, che sono principi universali di civiltà.

dal Partito della Rifondazione Comunista Circolo di Chiaravalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments