Politica
maggio 25, 2015 1211 Visualizzazioni

PRC Chiaravalle: “Dalla partecipazione la possibilità di una svolta sull’area Fintecna”

PRC Chiaravalle: “Dalla partecipazione la possibilità di una svolta sull’area Fintecna”

La Commissione Urbanistica convocata ieri per per la prima volta in modalità “aperta” per l’esame del progetto sull’area Fintecna può segnare un significativo passo avanti per Chiaravalle. Con ieri infatti, si è forse aperto un percorso partecipato e condiviso per valorizzare un’area così centrale e densa di occasioni di rilancio e sviluppo per la città.

Due gli elementi significativi emersi ieri. Da un lato il diniego ribadito dalla commissione alla realizzazione di un centro commerciale, non solo per le difficoltà tecniche a realizzarlo, quanto per l’incompatibilità con la vocazione urbanistica e sociale con l’area in oggetto (in questo senso un’autocritica vera e severa al piano approvato dalla Giunta precedente, sempre PD, sarebbe doveroso ossequio alla verità e indicazione certa di responsabilità). Dall’altro l’annuncio del Sindaco di avvalersi di competenze esterne, giuridiche e tecniche, per valutare tutta una serie di fondamentali questioni quali: la possibilità di variare la destinazione urbanistica dell’area; di delocalizzare altrove i diritti edificatori; la verifica dei passaggi che hanno prodotto questa situazione; la facoltà da parte del Comune di un diritto di prelazione sull’area.

Non possiamo quindi che concordare con il Sindaco, se farà seguire i fatti alle parole, perché questo passaggio può ridare alla città la potestà progettuale sull’area.

Certo il percorso impone un protagonismo della Commissione Consiliare, la capacità di coinvolgere più e meglio la cittadinanza, le intelligenze locali, lo sforzo di una mobilitazione che realizzi e sostenga a tutti i livelli istituzionali questa nuova progettualità fino ad oggi carente, capace anche di individuare e reperire le risorse necessarie. In questo nuovo contesto l’attuale proprietà dovrà scegliere se partecipare a questo percorso, dimostrando, anche qui con i fatti, la scelta di un’imprenditorialità che ha a cuore la responsabilità sociale, o rintanarsi nella guerriglia giudiziaria.

Quindi il Consiglio Comunale “aperto” e la novità di una commissione urbanistica “aperta”, dimostrano come la possibilità della partecipazione produca novità e, ci auguriamo, risultati. In questo contesto il nostro sarà un contributo fattivo e leale.

da PRC Chiaravalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments