Sport
settembre 14, 2015 891 Visualizzazioni

Montegiorgio corsaro, esordio amaro per la Biagio Nazzaro

Montegiorgio corsaro, esordio amaro per la Biagio Nazzaro

IL TABELLINO
BIAGIO NAZZARO – MONTEGIORGIO: 1 – 2
BIAGIO NAZZARO: Tavoni, Candolfi, Domenichetti, Fenucci Giovanni, Giovagnoli Mattia, Cecchetti (83’ Malavenda), Rossini Diego, Santoni, Gabrielloni, Rossini Leonardo, D’Urzo (66’ Gatti). A disposizione: Falcetelli, Medici, Ruggeri, Giampieri. All. Lelli
MONTEGIORGIO: Giovagnoli Simone, Mercatanti, Bartolucci, Cardinali, Pulcini, Squarcia, Tidiane (74’ Mariani), Magini, Marcoaldi, Albanesi, Bracciotti (63’ Ruzzier). A disposizione: Lulani, Alessandrini, Torresi, Hdidi, Marini. All. Fenucci Gianluca
RETI: 11’ Bracciotti, 59’ Gabrielloni, 81’ Squarcia
ARBITRO: Gregoris di Pescara
NOTE: Ammoniti Domenichetti al 41’ e Simone Giovagnoli all’86’. Calci d’angolo: 5-2. Spettatori 400 circa. Prima dell’incontro il capitano della Biagio Giovanni Fenucci ha scoperto una scultura, posizionata in una delle colonne della tribuna, realizzata da Gianni Lupini e dedicata all´indimenticabile tifoso biagiotto Lorenzo Manfredi.

LA CRONACA
Nello scontro tra le veterane dell’Eccellenza ride il Montegiorgio di Gianluca Fenucci, che con scaltrezza e cinismo fa suo l’incontro. La Biagio ci resta male, se non altro perché la mole di gioco profusa dai ragazzi di Lelli non rende merito al niente raccolto in fatto di punti ma, come ha sottolineato lo stesso mister al termine dell’incontro, alcune ingenuità in fase difensiva e la scarsa incisività offensiva sono lacune che si pagano, soprattutto al cospetto di signore squadre. Insomma, c’è ancora da lavorare (e da reperire un altro attaccante, dopo l’abbandono di Pandolfi per motivi personali) ma non disperiamo, perché la squadra ha comunque una sua personalità che è piaciuta ai tifosi, i quali nonostante la sconfitta non hanno lesinato applausi ai giocatori rossoblù.
Montegiorgio sornione e subito in vantaggio all’11’ con Bracciotti, bravo a concretizzare al meglio e con furbizia un calcio piazzato concesso per fallo su Albanesi. La Biagio potrebbe pareggiare con Gabrielloni al 43’, allorché il centravani, favorito da una carambola susseguente a uno schema su calcio da fermo, trova Giovagnoli pronto alla risposta in angolo. Al 13’ della ripresa occasionissima per D’Urzo, che non accorcia sulla palla e calcia in ritardo, permettendo così all’estremo ospite di chiudere lo spazio di battuta e salvare il risultato. Salvataggio che peraltro è effimero, perché un minuto dopo Gabrielloni, di testa, firma il meritato pari. Il Montegiorgio, compatto nella prima frazione, si sfilaccia e la Biagio prova ad affondare per piazzare il colpo ma proprio sul più bello, al 36’, dal primo tiro della bandierina calciato da Albanesi, nasce il gol partita di Squarcia, il cui piatto destro chirurgico beffa la distratta retroguardia di casa. Lelli butta nella mischia il quarantenne Malavenda, che si piazza al centro dell’attacco, ma il risultato non cambia più. Nonostante i complimenti di Gianluca Fenucci, che arrivano a fine gara, restiamo al palo nella gara d’esordio, come non accadeva da sette anni. E domenica si va a Cerreto contro una formazione altamente ambiziosa.

da ASD Biagio Nazzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments