Sport
febbraio 5, 2015 940 Visualizzazioni

Marani sicuro: “Si può vincere anche a Mercatello”

Marani sicuro: “Si può vincere anche a Mercatello”

Con il consueto ottimismo, Simone Marani sulle ali dell’entusiasmo per le recenti ottime prestazioni e la grande condizione fisica mostrata dal Chiaravalle Futsal non si nasconde.
A Mercatello contro il Pieve d’Ico vogliamo i tre punti.
Siamo in grado di vincere contro tutti e se Vichi, unico giocatore in dubbio per la lunga e insidiosa trasferta a causa del solito problema al piede, sarà della gara, aumentano le nostre possibilità di vittoria”.

Ottimismo che non significa ingenuità perché i numeri del Pieve d’Ico fanno veramente impressione: miglior rendimento casalingo (9 vittorie, 1 pareggio e 0 sconfitte) e secondo posto in classifica conquistato grazie a due strisce di risultati utili (la prima di 10 partite senza sconfitta interrotta dalla capolista, la seconda di sei vittorie terminata sabato scorso a Cagli).
“Pieve d’Ico è una squadra molto forte, inutile negarlo.
La trasferta aumenta d’insidia per la distanza e per le dimensioni del campo.
Non ho parlato con il mister ma sono sicuro che proporrà la solita difesa aggressiva cercando di non subire il loro gioco, anche perché dispongono di una squadra molto fisica.
Speriamo che con la sconfitta di sabato abbiano perso certezze e noi vogliamo mettere in luce le poche debolezze che hanno”.

Avversari che possono contare su un’arma segreta, il portiere bomber.
I diciotto gol realizzati parlano per lui.
Anche all’andata ci ha creato qualche difficoltà, ma credo che Maggiori abbia studiato contromosse che trasformino Bonci in un’arma a doppio taglio”.

Per ultimo, ma non per importanza, uno sguardo alla classifica e al calendario delle dirette avversarie alla salvezza.
Guardiamo sempre dietro perché bisogna confrontare i nostri punti sempre con quelli dei nostri concorrenti.
Bisogna mantenere il distacco dalla zona playout, trenta punti sarebbe un ottimo bilancio anche perché credo che abbiamo già affrontato la parte più brutta del calendario e fatta eccezione per le partite nei campi di Ankon e Atletic Cagli, il resto mi sembrano partite alla nostra portata.
Siamo in grado di vincere con tutti, ma anche di perderci.
Dietro corrono, noi non vogliamo essere da meno”.

di Luca Rebiscini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments