Politica
dicembre 1, 2014 970 Visualizzazioni

L’Unione Civica Chiaravalle sull’Area ex Fintecna

L’Unione Civica Chiaravalle sull’Area ex Fintecna

Qualche considerazione sul comunicato stampa del Gruppo Consiliare Chiaravalle Bene Comune

1) Non ci sembra molto generoso affermare che gli ultimi interventi sulla questione siano solo “fumo e chiacchiere”; non era stato infatti lo stesso Candidato Sindaco di Chiaravalle Bene Comune, sostenuto da TUTTI i candidati della sua lista, a scrivere nel Maggio 2013 le seguenti frasi?

“Prima vengono le proposte per l’urbanistica condivise con la città e poi i progetti! Non viceversa!…”
A tal proposito ci preme sottolineare all’attenzione pubblica che la nostra area Ex Cral ……………, è stata sottoposta, in data 24/04/2013, ad un progetto planovolumetrico relativo ad una totale ristrutturazione urbanistica della medesima area con conseguente costruzione di negozi ad uso commerciale. Un progetto presentato dalla ditta Servizi srl, cioè quella società in precedenza amministrata dal sig. Battoccolo Nello, già assessore provinciale e noto esponente locale in forza negli anni al PRI e al MRE, rinomato nella nostra città per essere il factotum di un rilevante politico.
Tale progetto verrà trattato nella prossima commissione edilizia dal Comune di Chiaravalle che si svolgerà in data 14/05/2013 e cioè dopo 19 giorni dalla presentazione e appena 12 giorni prima dell’elezioni… E tutto ciò, alla faccia della partecipazione dei cittadini!
(da Chiaravalle Informa-13 Maggio 2013-Damiano Costantini Candidato Sindaco Lista Chiaravalle Bene Comune)

Visto che Costantini e la sua lista nel Maggio 2013 NON diffondevano certo “fumo e chiacchiere”, ugualmente chi adesso si preoccupa di quello che si potrà realmente edificare nell’area ex Fintecna NON è  un venditore di “fumo e chiacchiere”, anzi……
A meno che, ovviamente, il comunicato di Chiaravalle Bene Comune non sia diretto ESPRESSAMENTE al solo gruppo consiliare di “SiAMOchiaravalle” che, come noto, è stato ispirato proprio da quel “rilevante politico” di cui parlava l’Avv. Costantini e di cui uno degli amministratori della Servizi srl era (ed è ancora?) il “factotum” locale.

2) Nel comunicato stampa si afferma inoltre perentoriamente che, recuperando il volume dei fabbricati già esistenti, saranno solo 15.000 i metri cubi che potranno essere realizzati sull’area ex Finteca o su quella che il Comune SI È OBBLIGATO a mettere a disposizione della Servizi srl  che, peraltro, chiede che l’area le sia messa a disposizione in una “zona centrale”.
Tuttavia le attuali norme urbanistico-edilizie consentono in Centro Storico la realizzazione sino a 5 metri cubi di edificato su ogni metro quadro di superficie fondiaria e noi sappiamo che la superficie dell’area ex Fintecna-Cral è di svariate migliaia di mq.
Poiché nella Scheda di Piano relativa a quest’area NON vi è alcun elemento che possa far ritenere esistente un vincolo volumetrico limitato ai 15.000 metri cubi già esistenti, come fa la lista Chiaravalle Bene Comune ad escludere che da quell’area possano un giorno emergere non solo i 15.000 metri cubi già esistenti,bensì tutte le altre (decine?) di migliaia di metri cubi teoricamente possibili applicando il coefficiente di 5 mc/1 mq?

3) Nella scheda del Piano del Centro storico relativa all’area ex Cral-Fintecna è effettivamente previsto che possa esserci una “delocalizzazione delle potenzialità edificatorie” in altre aree che il Comune deve mettere a disposizione, ma non c’è scritto da nessuna parte che il Comune debba “mettere a disposizione” della Servizi srl proprio un’area centrale!

Ma forse la richiesta della Servzi srl è dovuta al fatto che la stessa si è già impegnata, quando non era ancora proprietaria dell’area Fintecna, a vendere ad una nota carena di distribuzione i fabbricati da destinare a un “centro commerciale” o a un “supermercato” (che dir si voglia) da ubicare COMUNQUE al centro di Chiaravalle?

da Unione Civica Chiaravalle
unionecivicachiaravalle.wordpress.co

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments