Sport
novembre 18, 2014 1012 Visualizzazioni

L’ex Donzelli affonda la Biagio

L’ex Donzelli affonda la Biagio

Secondo stop consecutivo, un punto nelle ultime 3 gare e vetta ormai lontana 6 punti. Vista così la situazione potrebbe anche sembrare tragica. Ed effettivamente è vero che risultati alla mano le cose in casa biagiotta non vanno benissimo ma ciò non vuol dire che sia tutto da buttare. Anzi, il 5 posto attuale vuol dire ancora playoff. Il 3 a 0 in Coppa Italia di pochi giorni fa vuol dire avere un piede in finale in una competizione che può dare la Serie D. Ma sopratutto, la prestazione di domenica a Montegranaro vuol dire che i rossoblu sono vivi più che mai.

FOLGORE FALERONE MONTEGRANARO 1 – BIAGIO NAZZARO 0
FOLGORE FALERONE MONTEGRANARO: Chiodini, Palmarini, Bordi, Ciko, Lapi, Bolzan, Mandorlini, Trillini, Donzelli, Gasparini (60′ Mongiello), Boateng. A disposizione: Ferretti, Gentile, Cento, Tidiane, Pelliccetti, Mudimbi. All. Bolzan
BIAGIO NAZZARO: Cecchini, Medici (52′ Silvestrini), Magi, Fenucci Giovanni, Giovagnoli, Tenace, Magini, Cecchetti, Gabrielloni, Pericolo (87′ Landriscina), Borgognoni. A disposizione: Allegrini, Bartolucci, D’Urzo, Fabiani, Giampieri. All. Fenucci Gianluca
RETE: 84′ Donzelli
ARBITRO: Calvarese di Termoli
Note: ammoniti Mandorlini, Lapi, Cecchetti, Tenace, Mongiello, Boateng, Fenucci, Gabrielloni. Calci d’angolo: Folgore 4, Biagio Nazzaro 6.

La Biagio si è giocata le sue carte sul difficile campo de La Croce di Montegranaro a testa alta e contro i padroni di casa della Folgore Falerone ha tenuto spesso il pallino dell’azione. Nonostante ciò l’ormai atavico problema sotto porta ha fatto si che l’enorme mole di gioco e le tante occasioni da rete non si trasformassero in gol. E così, puntuale, la dura legge dell’ex colpisce. E lo fa nel momento in cui fa più male, proprio nel finale. Siamo all’85’ quando Donzelli fredda Cecchini da due passo dopo aver beneficiato di un impreciso intervento della retroguardia rossoblu. Una disattenzione fatale che costa tanto ai chiaravallesi, sopratutto ripensando a quanto visto durante tutta la gara.
Dopo qualche minuto di comprensibile studio, la partita inizia a scaldarsi e la Biagio, spinta da un ottimo Borgognoni si fa vedere sempre di più dalle parti di Chiodini. Al 30’ è lo stesso Borgognoni a provarci a seguito di uno spettacolare dribbling, peccato che il suo diagonale esca a lato di poco. Al 41’ è invece bomber Gabrielloni a concludere verso la porta, Chiodini è pronto e la palla va in angolo. Un minuto dopo Borgognoni riceve un cross dalla destra, controlla e tira a botta sicura e ancora una volta Chiodini salva con un miracolo.

Nella ripresa ci si aspetta solo il gol dei rossoblu che ormai sembra più che maturo, ma la prima occasione da rete è di marca locale. Al 53’ Boateng da centro area calcia verso la porta biagiotta, il tiro però è mal calibrato e si perde sopra la traversa. Passano 10 minuti e la Biagio torna a ruggire. Un’azione corale porta Cecchetti nelle condizioni di far male ma ancora una volta Chiodini si supera e manda in angolo. Le redini del match sono costantemente nelle mani degli uomini di mister Fenucci e al 77’ arriva l’ennesima occasione. Ancora Borgognoni sugli scudi, galoppata e palla al centro per Gabrielloni che in acrobazia manda fuori di poco. Sarebbe stato un eurogol da ricordare.
Il tempo di pochi giri della lancetta dei minuti ed ecco puntuale la beffa già descritta con Donzelli ad esultare e la Biagio a rammaricarsi. Nel finale, con i rossoblu in avanti a cercare almeno il pari, Cecchini si guadagna un bel voto in pagella respingendo alla grande un tiro di Mandorlini.

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments