Sport
febbraio 11, 2015 975 Visualizzazioni

Le interviste dopo Biagio – Castello Group, Fenucci: “Questa è la strada da seguire”

Le interviste dopo Biagio – Castello Group, Fenucci: “Questa è la strada da seguire”

La Biagio ha vinto, e lo ha fatto con pieno merito. E non ha vinto contro una squadra qualsiasi, ma ha superato la capolista dell’Eccellenza Umbra. Ma soprattutto, non ha vinto una partita come le altre, ha vinto la gara di andata degli Ottavi di Finale della fase conclusiva della Coppa Italia.

Ad un ambiente festante, quello di casa, si contrappone la delusione evidente nei volti del Città di Castello. Non solo nei volti a dire il vero, ma anche nelle dichiarazioni si capisce molto bene quanto la sconfitta sia stata accolta davvero male.
Il primo a raggiungerci è però il tecnico dei chiaravallesi, Gianluca Fenucci, al quale gli fa notare che il Città di Castello era stato dipinto come una squadra quasi imbattibile ma che poi, in campo, la realtà è stata un’altra.
Loro sono una squadra indubbiamente forte. Anche se dal primo minuto hanno schierato alcuni giocatori non sempre titolari in campionato, l’11 iniziare era pur sempre molto esperto. E poi, già dopo le primissime battute della ripresa, hanno operato tre cambi schierando tutti pezzi da novanta. Dal canto nostro invece non abbiamo sbagliato praticamente nulla; siamo stati bravi anche perché non abbiamo concesso niente agli avversari. Partite come queste ci devono insegnare che giocando sempre così possiamo supplire a tante cose, a partire da alcune nostre mancanze fino ad arrivare ad alcuni errori che possono starci da parte degli arbitri. Tanto per intenderci, oggi in occasione del rigore, per quanto io non sia d’accordo col regolamento, andava comunque applicata la regola del cartellino rosso al portiere. Ok, abbiamo vinto 2 a 0 e nessuno ci farà caso, ma se non fosse finita così ora avremmo rimpianto la decisione dell’arbitro. La strada da seguire è comunque questa. A maggior ragione adesso che le partite sono molto ravvicinate servirà questo spirito da parte di tutti perché la coperta è corta.

Complimenti a tutta la squadra, under compresi. “Oggi mi sono piaciuti tutti. Sono contento che abbiamo giocato, bene e con personalità, giocatori (Cecchini e Giampieri ndr) che sono un prodotto del vivaio rossoblu. Abbiamo avuto invece poca fortuna con gli under anconetani. Ora però pensiamo solo a ripeterci in campionato dove ci mancano un po’ di punti e un po’ di sicurezza in più; le prestazioni invece sono mancate raramente.”

A chi avanzava l’ipotesi che il Città di Castello avesse sottovalutato l’impegno e conseguentemente la Biagio, Fenucci offre la sua visione. “Credo che abbiano dato priorità al Campionato, dove sono primi e che in fin dei conti può dargli una promozione in Serie D in maniera più diretta e sotto certi aspetti più semplice. Poi ripeto, pur facendo riposare alcuni titolari hanno comunque messo in campo giocatori di spessore in linea con la loro rosa

Che gara sarà a Città di Castello.. “Sarà una battaglia. Il mio augurio è che vengano arbitri all’altezza, come oggi d’altronde; spero che chi dirigerà l’incontro non si faccia arbitrare dai giocatori, come invece alcuni di loro hanno cercato di fare. Non solo Missaglia infatti avrebbe meritato di finire anzitempo la partita visto il modo in cui si sono rivolti al direttore di gara

Raccogliamo poi le dichiarazioni di Mister Enrico Cerbella. “La scelta iniziale è stata quella di far giocare chi solitamente ha meno spazio perché mi aspettavo da loro ciò che poi purtroppo non hanno fatto. Non ho visto infatti quella determinazione che speravo mettessero in campo, cosa che invece hanno fatto i giocatori della Biagio. Lo spettacolo a me non è piaciuto, con poche giocate e qualitativamente non elevate. Il campo non ha aiutato in tal senso, ma anche noi non abbiam fatto nulla; non ci è riuscito praticamente niente. Certo però che anche l’arbitraggio è stato assolutamente insufficiente. Fra una settimana mi aspetto tutt’altra gara e un atteggiamento diverso da parte di tutta la squadra. Che sia attraverso la Coppa o attraverso il Campionato questa squadra ha tutte le potenzialità per fare il salto di categoria, è nostro dovere riuscirci

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments