Cronaca
novembre 3, 2014 2460 Visualizzazioni

La morte della Professoressa Cinzia Cipolletta addolora Chiaravalle

La morte della Professoressa Cinzia Cipolletta addolora Chiaravalle

E’ scomparsa il giorno dopo l’intitolazione della scuola alla Montalcini, che proprio lei aveva più di tutti voluto

La città delle donne vive una stridente dicotomia: da una parte sorride perché l’ingegner Piera Levi-Montalcini sta bene e si è prontamente ripresa dal malore che aveva accusato giovedì scorso subito dopo l’intitolazione della scuola alla celebre zia, Rita Levi-Montalcini, dall’altra la città piange, disperata, la perdita della prof. Cinzia Cipolletta, già amatissima e stimata preside dell’istituto chiaravallese, che aveva dovuto passare qualche mese fa il testimone al prof. Daniele Sordoni proprio a causa dell’aggravarsi della malattia.

Il destino si è confermato cinico e beffardo perché la prof. Cipolletta se ne è andata appena un giorno dopo l’intitolazione della “sua” scuola a Rita Levi-Montalcini. Era stata proprio lei, infatti, a proporre con grande determinazione il nome della scienziata torinese, premio Nobel per la medicina e senatrice a vita, come quello giusto per l’istituto chiaravallese che conta oltre 1000 alunni ed un centinaio di docenti.
Era stata Cinzia Cipolletta a trovare straordinarie similitudini ed interessanti punti di contatto tra la Montalcini e la chiaravallese Maria Montessori, entrambe simboli delle donne d’Italia, emancipate ed impegnate, precursori in un campo, quello della scienza e della medicina, in cui dominano figure maschili e dove poche donne hanno trovato spazio e celebrità.

Tutti piangono la prof. Cipolletta e raccontano della sua grande umanità e della sua cristallina professionalità. “Resterà indelebile il suo ricordo e la sua idea, fortunatamente concretizzata, di voler intitolare la scuola a Rita Levi-Montalcini – dice la prof. Sara Montesi – ed è doloroso che non abbia potuto vivere la giornata di festa dell’istituto e che non sia più con noi per creare, come faceva sempre, nuove iniziative e progetti per i nostri ragazzi. Era una donna sensibile, laboriosa, competente, garbata, riservata, molto determinata, che al primo posto ha sempre messo l’interesse della scuola e degli studenti”.

La notizia della morte della prof. Cinzia Cipolletta, che più di tutti aveva voluto l’intitolazione della scuola chiaravallese a Rita Levi-Montalcini, ha addolorato l’intera comunità chiaravallese che la ricorda per il suo impegno di dirigente scolastica dell’istituto ora intitolato alla Levi-Montalcini: pochi mesi alla guida della scuola – dal settembre 2013 al maggio 2014 – eppure caratterizzati da un grande lavoro e da tanti progetti significativi, efficacemente realizzati e concretizzati.

di Gianluca Fenucci

1 Commento

  • Bel ritratto, vero, autentico come vera e autentica era Cinzia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments