Sport
marzo 16, 2015 891 Visualizzazioni

La Folgore punisce la Biagio nel finale

La Folgore punisce la Biagio nel finale

Diciamo la verità: la sconfitta fa male per come è venuta e il pareggio non avrebbe certo fatto gridare allo scandalo, ma se c’era una squadra che meritava di vincere, se non altro per il maggior numero di occasioni da rete create (se proprio non vogliamo considerare l´intensità agonistica e il possesso palla) questa era proprio la Folgore. Tanto di cappello dunque alla truppa di Bolzan, che sul filo di lana incamera tre punti di vitale importanza e stacca il Tolentino, issandosi sul pennone più alto della classifica. La Biagio, dicevamo, ha fatto la sua parte e forse anche di più, ma senza tirare in porta è impossibile pretendere di vincere. Nulla va imputato ai ragazzi sul piano dell’impegno: decisiva è stata la maggior caratura dell’avversario.

BIAGIO NAZZARO 0 – FOLGORE FALERONE MONTEGRANARO 1
BIAGIO NAZZARO: Falcetelli, Magi, Domenichetti, Cecchetti, Giovagnoli, Medici, D’Urzo (72’ Giampieri), Rossini, Mbaye, Gabrielloni, Sampaolesi (85’ Borgognoni). A disposizione: Becchini, Bartolucci, Federici, Valentini. All. Fenucci
FOLGORE F.M.: Chiodini, Cento, Bordi, Campana, Arcolai, Bolzan, Pelliccetti (72’ Ciko), Guing (50’ Pazzi), Donzelli, Trillini, Boateng (88’ Muca). A disposizione: Ferretti, Palmarini, Marziali, Gasparini. All. Bolzan
RETE: 90’ Trillini
ARBITRO: Bracaccini di Cingoli (sezione di Macerata)
Note: ammoniti Cento al 20’, Medici al 23’, D´Urzo al 35’, Pazzi all’80’, Campana all’81’, Trillini al 90’. Calci d’angolo: Biagio Nazzaro 0 – Folgore 4. Spettatori 300 circa

Come preannunciato alla vigilia, Fenucci non snatura il 4-3-3 e conferma Mbaye al centro dell’attacco: Sampaolesi funge da trequartista avanzato e Gabrielloni si guadagna la pagnotta andandosi a conquistare più palloni possibili lontano dalla porta. Domenichetti arretra in difesa, dove Magi si piazza sulla corsia sinistra e Medici si accoppia centralmente con Giovagnoli. Il ragazzino Giampieri, leggermente infortunato, parte dalla panchina per far posto a D’Urzo. Tra i pali si accomoda nuovamente Falcetelli. Nella Folgore il reparto avanzato è formato dal trio Pelliccetti – Donzelli – Trillini, con un pezzo pregiato come Pazzi pronto al´evenienza. Anche Gasparini, una nostra vecchia conoscenza, resta in panchina.

Pronti via e al 2’ la Folgore trova già il taglio giusto, con Guing che lancia Trillini, rapido a infilarsi e bucare la difesa rossoblù, Falcetelli si salva d´istinto sulla conclusione. Al 10’ Donzelli va via a Medici e batte in diagonale, trovando ancora Falcetelli pronto alla ribattuta. L’iniziale spinta della Folgore si placa, la Biagio prende le misure e la prima frazione fila via senza ulteriori sussulti. Nella ripresa Bolzan rafforza l´attacco con Pazzi, che si schiera a sinistra, con susseguente arretramento di Trillini. Al 9’ Folgore al tiro con un diagonale di Pellicetti, comunque poca roba. Al 10’ ponte aereo di Donzelli e acrobatica conclusione di Pazzi, ancora una volta ben parata da Falcetelli. La Biagio rimane guardinga e stenta a imporre il proprio gioco, ma fino alla fine non corre più rischi, se si eccettua un sinistro di controbalzo di Campana, parato senza problemi da Falcetelli. Sembra fatta, con tanta fatica per il punto conquistato, ma proprio in coda arriva il veleno: al 45´ un banale rimpallo favorisce Pazzi, che dalla sinistra sfugge a Medici e mette in mezzo, Domenichetti (fin qui impeccabile) si pianta sul terreno, arriva da dietro Trillini che sceglie ottimamente il tempo e stacca in modo esemplare, incornando di precisione. Gran rete, non c’è che dire, che premia peraltro uno dei miglior giocatori in campo. Folgore in paradiso, Biagio con la muffa sopra a meditare sulla beffa.

di ASD Biagio Nazzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments