Sport
maggio 14, 2015 1274 Visualizzazioni

La chiaravallese Maya Fratoni si qualifica ai Campionati Italiani Studenteschi di Brescia

La chiaravallese Maya Fratoni si qualifica ai Campionati Italiani Studenteschi di Brescia

Dritti dritti a Brescia, il “prezzo” del ticket è già stato pagato: è di un minuto, uno secondi e settantanove centesimi (1’01”79). Con questo tempo l’atleta chiaravallese Maya Fratoni ha completato la gara dei 400 metri piani, tempo che le ha permesso di staccare il pass per le finali dei Campionati Italiani Studenteschi per l’anno 2015 che si terranno nella provincia lombarda a fine maggio.

Proprio ieri da Fermo, durante le fasi regionali dei giochi scolastici è arrivata la lieta notizia: la ragazza nata e cresciuta nel vivaio dell’Atletica Chiaravalle, ha vinto e convinto, dominando sulle altre avversarie una disciplina per niente facile.
Quella dei 400 metri infatti viene chiamata dagli addetti ai lavori “il giro della morte”. Una gara che abbina velocità e resistenza, forza ed armonia nei movimenti, dove l’acido lattico intossica i muscoli ed ogni metro che passa diventa uno sforzo tremendo.
Ma il prezzo stavolta vale il sudore, i sacrifici fatti e tutta la fatica spesa sulla pista ad allenarsi ore ed ore, giorni e giorni, mesi e mesi.

Maya è una ragazza “tosta”, ama le sfide e non si tira indietro. Il carattere giusto per certe competizioni, dove le “carinerie” servono a poco ed occorre un sacco di determinazione. Così fra pochissimi giorni l’adolescente “tuttopepe”, classe ’99, sfoggerà la sua chioma rossa sul manto sintetico bresciano. Una tre giorni, dove gli atleti più gagliardi d’Italia si sfideranno senza tanti complimenti e Maya sarà tra loro con un doppio compito: difendere la sua scuola, il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Jesi e portare alto il nome di Chiaravalle.

Proprio lei ci tiene a ricordare quando incominciò l’ atletica leggera con il centro Comunale di Formazione Fisico Sportiva di Chiaravalle e come quelle ore dedicate all’attività ludica motoria, le abbiano inculcato la passione per lo sport, il senso per il dovere e il rispetto delle regole. Da lì il passo è stato breve e con gli anni Maya Fratoni sta costruendo il su spazio. Allenata dapprima dal tecnico Mario Pistoni e seguita attualmente dal figlio Massimo, Maya ha ottenuto grandi miglioramenti. Nei 400 metri ha un personale di 1’01”17 ma a Brescia, trainata da concorrenti del suo stesso valore, proverà a scendere sotto il muro dei 61 secondi; cronometraggio questo che le permetterebbe di accedere ai Campionati Italiani per le competizioni federali di categoria e suggellare un traguardo ambito da molte. L’augurio è quello che ci possa riuscire… ma questa è un’altra storia.
Per ora forza Maya, forza la tua scuola e forza Chiaravalle, siamo tutti con te, non mollare.

da Atletica Chiaravalle fans club

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments