Sport
gennaio 14, 2015 1271 Visualizzazioni

La Biagio premia Pepa e si prepara per il Città di Castello, il tabellone completo della Coppa Italia

La Biagio premia Pepa e si prepara per il Città di Castello, il tabellone completo della Coppa Italia

Entro il 2 febbraio si conosceranno le restanti squadre che parteciperanno alla fase finale di Coppa Italia, intanto però la Biagio già sa quale sarà la sua avversaria. Proprio mentre i rossoblu esultavano per la vittoria nel derby con la Vigor Senigallia, sul neutro del Renato Curi di Perugia il Città di Castello superava ai calci di rigore il Subasio, decretando così la vincente della Coppa Italia umbra, già designata da tempo come l’avversaria marchigiana negli Ottavi di Finale.

Alla seconda vittoria consecutiva in Coppa Italia nei confini regionali, il Città di Castello ha una squadra più che temibile. Primi anche in campionato, con 8 punti di vantaggio proprio dal Subasio, gli umbri possono contare su una rosa di assoluto valore con Porricelli (13 centri in campionato e in gol anche nella finale di coppa) e Pagliardini, vecchia conoscenza del calcio marchigiano, a quota 9 gol, a fare la parte dei leoni.
Nato nel 1919 il Città di Castello vanta diversi campionati tra Serie C e in Serie D e proprio tornare nei campionati di maggior blasone è uno degli obiettivi principali della squadra allenata da mister Cerbella. La Biagio però chiaramente proverà a fargli lo sgambetto, come già lo scorso anno fece il Montegiorgio.

Con il Città di Castello sarà una sfida di andata e ritorno, e in 180 minuti (più eventuale recupero) i reali valori vengono fuori con maggior probabilità. Alla Biagio il compito di sovvertire i pronostici, perché, almeno sulla carta, non è la favorita. Ma lo si diceva anche prima della finale con la Folgore Falerone…

L’11 febbraio la gara di andata, esattamente una settimana dopo, mercoledì 18, il ritorno. Chi disputerà la prima in casa non è ancora stato stabilito ufficialmente, anche se dagli abbinamenti sembrerebbe che la gara di andata si disputerà al Comunale di Chiaravalle.

Tabellone Coppa Italia

Se la Biagio è arrivata fino a questo punto, di ragioni, più o meno determinanti, ce ne sono tante. Lasciando da parte quelle legate al campo, la prima, almeno in ordine cronologico, va cercata proprio agli albori di questa edizione della Coppa. Era esattamente il 24 agosto e la Biagio si apprestava a scendere in campo per disputare la gara di andata del primo turno; avversario il Portorecanati. A pochi minuti dall’inizio della partita (al triplice fischio vinta per 2 a 0 dalla Biagio), Angelo Pepa, storico dirigente degli orange, fa presente agli avversari che Giovagnoli (a Portorecanati la stagione precedente) era squalificato. Nel caso avesse giocato, un semplice ricorso avrebbe sancito un 3 a 0 a tavolino contro la Biagio. Un gesto di pura lealtà sportiva bello da raccontare, giustamente da sottolineare e che la Biagio domenica, in occasione della scorsa partita di campionato, ha voluto anche premiare con una targa.

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments