Sport
luglio 29, 2015 1403 Visualizzazioni

La Balducci trionfa a Viserba, la classifica torna a sorridere

La Balducci trionfa a Viserba, la classifica torna a sorridere

Lo avevamo detto qualche giorno fa, il tennis della Balducci è in netta ripresa; sia nel gioco che nei risultati. Il buon livello evidenziato la settimana precedente a Imola ha trovato conferme gli scorsi giorni a Viserba dove la tennista chiaravallese ha inanellato una serie di ottime partite che l’hanno portata a raggiungere agevolmente ad alzare il trofeo.

Un cammino quasi trionfale per Alice che ha regolato al primo turno Jasmine Ladurner (6-2 / 6-3), agli ottavi Lucia Bronzetti (6-1 / 7-5), ai quarti la corregionale Alice Savoretti (6-0 / 6-7 / 6-2), in semifinale la testa di serie numero 1 Amanda Carreras (6-4 / 3-6 / 6-4) e in finale la russa Marina Shamayko con un netto 6-3 / 6-2.

Dopo il successo del 2013 la Balducci dunque si ripete e fa il bis in un torneo che evidentemente sente particolarmente nelle sue corde. “Non è mai facile tornare a vincere dove l’hai già fatto -si legge sul sito www.tennisworlditalia.com-, pensi ai ricordi, alle sensazioni che hai già provato, a Viserba ero già tornata l’anno scorso, ma quest’anno partita dopo partita ho ritrovato il mio miglior tennis, soprattutto tra semifinale e finale. Abito a Chiaravalle, vicino ad Ancona, quando gioco questo torneo torno praticamente a casa. E’ stata una settimana calda – ha proseguito l’azzurra – in tutti i sensi, l’organizzazione è stata perfetta, anzi mi piacerebbe che il Tennis Viserba organizzasse altri tornei, finché giocherò a questo torneo parteciperò sempre”.

Con i 5 punti raccolti ad Imola e i 12 di Viserba, in un paio di settimane la classifica mondiale della Balducci cambierà sensibilmente. Scivolata oltre la 550^ posizione, la prossima settimana, quando entreranno i punti dell’ultimo successo in terra romagnola la tennista chiaravallese dovrebbe attestarsi intorno alla 474^. Ricordiamo che il suo best ranking (datato maggio 2014) è la 361^ posizione.

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments