Sport
settembre 21, 2015 1058 Visualizzazioni

Il Fabriano Cerreto cala il poker, brutto stop per una sfortunata Biagio

Il Fabriano Cerreto cala il poker, brutto stop per una sfortunata Biagio

Con un pizzico di fortuna in più la Biagio inizierà presto a far punti, ma dovrà comunque lavorare per migliorarsi. Questo è emerso dopo le prime due giornate di campionato dove a sprazzi si è visto un bel gioco e al tempo stesso una squadra che necessita di registrare alcune fasi. E con 6 gol subiti in 2 gare di campionato (9 su 4 compresa la Coppa), banalizzando, verrebbe da pensare che la prima da migliorare è quella difensiva.

IL TABELLINO
Fabriano Cerreto 4: Spitoni, Berrettoni, Severini, Pierleoni, Boinega, Lapi, Aquila, Bartoli, Francioni (83’ Silvi), Iacoponi (89’ Moretti), Piergallini (79’ Martellucci) All. Spuri Forotti
Biagio Nazzaro 0: Tavoni, Candolfi, Santoni, Fenucci, Giovagnoli, Giampieri (68’ Medici), Rossini D. (60’ Jelicanin), Rossini L., Cavaliere, Gabrielloni, Domenichetti All. Lelli
Arbitro: Renzi della sezione di Pesaro
Reti: 8’ aut Giovagnoli, 59’ Aquila, 62’ Francioni, 75’ Iacoponi

E così anche a Cerreto, all’8’, in uno dei primissimi affondi, i locali passano. Bartoli dalla destra lancia sulla testa di Piergallini che fa da torre per Francioni, l’attaccante fabrianese però è anticipato da Giovagnoli che nel tentativo di liberare in acrobazia manda alle spalle del proprio portiere il gol del vantaggio avversario.
La rete non dà una scossa immediata ma la reazione della Biagio c’è, ed è in crescendo. Ci prova prima Rossini al 28’ con uno splendido colpo al volo. Da applausi la coordinazione e la precisione ma, vista la distanza, la conclusione è facile preda dell’esperto Spitoni. Poco più tardi è la volta di Gabrielloni che da buona posizione non trova l’impatto giusto con un cross dalla destra di Santoni. Sul corner che ne nasce, Fenucci si trova sul mancino la palla del pareggio ma un provvidenziale intervento di Piergallini salva la porta dei locali strozzando sul nascere l’urlo dei tanti tifosi chiaravallesi sugli spalti.
Il forcing della Biagio come detto è in crescendo e Giovagnoli al 34’ tenta di mettere nuovamente la firma sul tabellino (questa volta nella parte giusta); il suo colpo di testa però non è fortunato. Clou dell’assedio al 37’ quando solo uno Spitoni in stato di grazia riesce ad evitare che entri in rete una conclusione di Giampieri deviata da Boinega a due passi dalla linea di porta.

Al 10’ della ripresa la Biagio chiede inutilmente un calcio di rigore per atterramento di Gabrielloni stretto nella morsa dei centrali locali. Da lì in avanti per i rossoblu di Chiaravalle cala il sipario. Non è lo stesso invece per gli uomini di Spuri Forotti che, dopo essersela vista davvero male fino a quel momento, alzano la testa e mettono al tappeto gli avversari. Al 14’ e al 17’ Piergallini dalla sinistra serve due palloni al bacio prima per Aquila e poi per Francioni che da due passi insaccano rispettivamente il 2-0 e il 3-0. Al 30’ il definitivo 4-0 con Iacoponi lesto ad approfittare di un’incomprensione tra Candolfi e Tavoni. Alcune conclusioni da fuori da una parte e dell’altra potrebbero modificare il parziale ma di certo non evitare alla Biagio la sconfitta. Prova a limitare il gap a due minuti dal termine Gabrielloni ma, sul suo mancino, uno strepitoso Spitone dice ancora di no.

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments