Sport
dicembre 1, 2014 1003 Visualizzazioni

Il cuore della Biagio batte ancora, rossoblu di nuovo in zona playoff

Il cuore della Biagio batte ancora, rossoblu di nuovo in zona playoff

Dopo 3 stop consecutivi, e con un solo successo nelle precedenti 8 partite, la Biagio arriva a Fano con non pochi dubbi. Perchè se è vero che il doppio confronto di Coppa Italia con il Vismara ha dato alla truppa di Fenucci sia la Finale che applausi, le partite di campionato delle ultime settimane hanno portato pochi punti e più di un punto interrogativo sulle reali potenzialità dalla squadra.
In casa Atletico Alma le cose non è che vadano poi così meglio, anzi, la classifica parla chiaro e le ultime sconfitte sono  anche costate la panchina a Barattini in favore del ritorno di Baldarelli.
Insomma, una partita tra due deluse a caccia di punti pesanti per rilanciare le proprie ambizioni.

IL TABELLINO
ATLETICO ALMA – BIAGIO NAZZARO: 0 – 2
ATLETICO ALMA: Palazzi, Ricci, Fiori, Giorgini, Fontana, Santini, Angelelli (56’ Damiani), Donini, Tassi, Paradisi, Tomassini (75’ Muratori). A disposizione: Tonelli, Donati, Torcoletti, Rossini, Cinotti. All. Baldarelli
BIAGIO NAZZARO: Allegrini, Silvestrini, Magi, Fenucci Giovanni, Giovagnoli, Cecchetti, Domenichetti (85’ Medici), Rossini, Gabrielloni, Giampieri (58’ D’Urzo), Borgognoni (87’ Tenace). A disposizione: Cecchini, Magini, Fabiani, Clementi. All. Fenucci Gianluca
RETI: 5’ Cecchetti, 42’ Gabrielloni
ARBITRO: Sacchi della sezione di Macerata
Note – Ammoniti: Fiori, Tassi e Paradisi (Atletico); Silvestrini, Domenichetti, Gabrielloni e Giampieri (Biagio). Espulso Magi per somma di ammonizioni.

LA CRONACA
Già al 5’ il gol del vantaggio rossoblu con Cecchetti che insacca con un preciso rasoterra dopo una respinta di Palazzi su conclusione di Rossini. La rete mina subito la già fragile resistenza locale. I rossoblu giocano in scioltezza e si vedono sprazzi di buon calcio. A metà frazione Rossini impegna severamente il portiere avversario su punizione, questa volta però Palazzi si salva. Il gol del raddoppio arriva al 42’ ed è decisamente meritato per quanto visto in campo. Borgognoni versione uomo assist mette in area un gran pallone che Gabrielloni insacca di testa.

La ripresa vede la veemente reazione dei locali e la Biagio sembra alle corde. Nel giro di pochi minuti il portiere rossoblu diventa uno dei migliori in campo. Al 49’ Allegrini devia in angolo una conclusione da due passi di Tassi. Ma è sull’azione seguente che mette il proprio nome in cima alla lista. Sugli sviluppi del corner prima descritto Magi atterra il diretto avversario trattenendolo per la maglia, secondo giallo per lui, rigore per l’Atletico. In pochi secondi tutto sembra cambiare. C’è infatti ancora buona parte del secondo tempo da giocare e con un uomo in meno, e potenzialmente con un solo gol di vantaggio, portare a casa la vittoria non è più così scontato. Ma come detto Allegrini è in giornata di grazia e Angelelli dagli undici metri non riesce a superarlo.
Lo scampato pericolo carica la Fenucci’s band dandole quella spinta necessaria per tenere bene in campo nonostante l’uomo in meno. L’Atletico ci prova ma non sfonda.

Una vittoria che fa morale ma che fa anche e sopratutto classifica; grazie ai risultati che arrivano dagli altri campi i 3 punti conquistati dai chiaravallesi consentono alla Biagio di tornare in zona playoff e guadagnare terreno praticamente su tutte le prime della classe.
Ossigeno puro per tutto l’ambiente biagiotto che ora deve trattenere il fiato e farsi il mese di dicembre tutto di un fiato. Questo finale di 2014 ha ancora tanto da dare, punti pesanti in campionato e la Finale di Coppa Italia.

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments