Sport
ottobre 9, 2014 1296 Visualizzazioni

Idà (DS Biagio Nazzaro): “Gioco e squadra da primato, ma il vero spettacolo sono i tifosi!”

Idà (DS Biagio Nazzaro): “Gioco e squadra da primato, ma il vero spettacolo sono i tifosi!”

Prima o poi era inevitabile che arrivasse. Inutile illudersi, un campionato senza macchia succede solo nei sogni. E così a Tolentino -ancora una volta il Della Vittoria è letale ai chiaravallesi- arriva il primo stop per la Biagio Nazzaro. Nessun dramma però perché la vetta è ancora degli uomini di Fenucci e l’1 a 2 di domenica ha dimostrato ancora una volta, se mai ce ne fosse stato il bisogno, che Gabrielloni e compagni sono in testa con pieno merito e che fino alla fine potranno giocarsi un posto tra i primissimi. “A Tolentino ho assistito alla più bella partita che abbia mai visto su un campo dilettantistico. Dal primo all’ultimo minuto di gioco – ci racconta il DS rossoblu Domenico Idà – le due squadre non hanno mai buttato via un pallone. Complimenti a loro per aver sfruttato al meglio le occasioni che gli sono capitate, meno bene invece noi nell’ultimo passaggio e in fase di conclusione, ma per il resto ho visto due grandi squadre giocarsela alla pari. Il dispiacere più grande, al di là dei punti persi è l’aver perso una gara alla quale i tifosi tenevano molto. Il loro supporto, sin dai giorni precedenti, ci ha caricato molto, è stato un peccato non dargli la soddisfazione che avrebbero meritato.”

Tolentino che dopo questa vittoria rilancia le proprie quotazioni, candidandosi fortemente per la vittoria finale. Favorita già lo era prima dell’inizio del campionato, ora, dopo 3 successi consecutivi sta legittimando le previsioni. “I cremisi sono senza dubbio di primissima fascia – ammette Idà – ma non sono i soli a poter dire la propria lassù; penso ad esempio al Vismara e altre. Forse la nostra posizione di partenza, almeno sulla carta, è un gradino sotto, ma ci sono diversi fattori che ci possono far fare quel salto per arrivare al loro livello. Le squadre che vincono infatti non sono composte solo da nomi altisonanti, ma anche e soprattutto da uomini che credono fortemente in un obiettivo. E su questo il nostro Mister e a cascata i nostri ragazzi non hanno niente da invidiare. E poi noi abbiamo dei grandi, grandissimi tifosi; sono il ‘sale’ della Biagio Nazzaro!

Tifosi che stanno tornando in gran numero al Comunale e anche in trasferta. Tifosi e simpatizzanti che hanno capito quanto e come questa Società stia lavorando per costruire una Biagio sempre più competitiva. Volendo però trovare un neo in questa squadra, crediamo sia la mancanza di un attaccante di peso. Non è un mistero infatti che il DS abbia cercato di chiudere l’acquisto di Api, forte ed esperta punta del Matelica in Serie D. Saltato Api, non si è tuttavia trovata una valida alternativa che rispondesse alle stesse caratteristiche di affidabilità e soprattutto di fattibilità economica dato che la Società ormai da tempo ha sposato una linea che intende portare avanti. Dunque, per contenere i costi, vengono cercati solo giocatori della zona. Così la stagione è iniziata con la rosa che a qualcuno poteva anche sembrare spuntata, con i soli Gabrielloni, Pericolo e Fabiani nel reparto avanzato.
Ora però nasce il paradosso perché a distanza di qualche settimana dai primi scetticismi, con 5 giornate di campionato alle spalle, la Biagio Nazzaro ha il miglior attacco dell’Eccellenza con Gabrielloni a fare la parte del leone nella classifica dei cannonieri con 5 gol all’attivo. “La volontà di prendere una punta di peso adatta al gioco del Mister – conferma il DS rossoblu –, con determinate caratteristiche tecniche e umane, ed Api rispecchiava alla perfezione il nostro Identikit, nasce anche dalla consapevolezza che Tommi (Gabrielloni ndr) non potrà continuare così per tutto il campionato; la speranza di tutti ovviamente è che la sua media realizzativa rimanga questa, ma dobbiamo concedergli anche un po’ di riposo perché le sue partite sono molto dispendiose dato che oltre a farsi sempre trovare pronto sotto porta, aiuta i compagni in ogni reparto. Cosa offre il mercato oggi? Se devo essere onesto il giocatore che cerchiamo probabilmente al momento sul mercato non c’è, ma non è detto che nelle prossime settimane non possano capitare delle occasioni”.

Domenica al Comunale di Chiaravalle arriverà il Vismara, squadra che Domenico Idà ha inserito tra le migliori di questa Eccellenza. “Domenica mi aspetto una partita molto simile a quella di Tolentino. Sia noi che loro cerchiamo sempre la vittoria e lo facciamo attraverso il gioco; questo grazie a due allenatori molto bravi e preparati. Con i pesaresi di Pazzaglia, completi in ogni reparto, sono certo che sarà un grande spettacolo calcistico. La nostra speranza e volontà è quella di tornare subito a far punti

Nell’intervallo della partita tra Biagio Nazzaro e Vismara la Società ha anche organizzato una sfilata dei ragazzini della ‘cantera’ chiaravallese. “L’iniziativa – ci spiega Fenucci (Allenatore della prima squadra e responsabile del Settore Giovanile – è nata da una mia idea ma la realizzazione è possibile grazie alla collaborazione di tutti gli allenatori e dirigenti del Settore Giovanile che coordineranno la sfilata dei giovani rossoblu. Il tutto si inserisce nel progetto di riavvicinamento e collaborazione sempre più stretta tra la Prima squadra e il Settore Giovanile, uno dei principali nostri obiettivi

di Giovanni Romagnoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments