Sport
aprile 20, 2015 1429 Visualizzazioni

I ragazzi dell’Atletica Chiaravalle invadono Osimo

I ragazzi dell’Atletica Chiaravalle invadono Osimo

Possiamo dire con certezza che la staffetta è la disciplina più “cattiva” tra quelle dell’atletica leggera.
Si, perché solamente i più veloci o i più resistenti in base alla performance richiesta al momento,  vengono chiamati dalla società per coprire la gara.

C’è un’importante selezione  tra tutti i candidati, una cernita che non lascia margini di errori ed alla fine, solamente quattro saranno i partecipanti che si contenderanno con gli avversari i gradini del podio.
Ce ne sono di tanti tipi: 4 x 100, 4 x 200, 4 x 400, quelle miste, quelle lunghe e così via, ma la regola è sempre rigida e onnipresente, sempre!
“Quelli” dell’Atletica Chiaravalle però non la pensano così e delle regole quando possono ne fanno un sol boccone.

L’atletica leggera deve essere uno sport per tutti ed in modo particolare questo discorso vale quando sono i giovani a praticarla.
Non si fa panchina, non si deve “sperare di gareggiare”, semplicemente ognuno ha il diritto di vivere l’esperienza sportiva come gioco e momento di crescita individuale.

Così ad Osimo, domenica 19 aprile, in quel del campo scuola “La Vescovara” in occasione dei Campionati Regionali di Società per staffette indirizzati alle categorie giovanile ragazzi/e (12 e 13 anni) e cadetti/e (14 e 15 anni), l’Atletica Chiaravalle ha invaso letteralmente la tribuna, portandosi al seguito ben 32 atleti, una scia di tifosi (genitori, nonni e parenti) e ben quattro elementi dello staff tecnico.

“… abbiamo dato fede alla nostra politica di aggregazione e di insegnamento allo sport come ragione di socializzazione …” ci spiega l’esperta Istruttrice Tatiana Spadoni che da anni segue i ragazzi chiaravallesi e continua la collega Federica Finucci: “… siamo dell’idea che i ragazzi debbano vivere queste emozioni che servono a crescere e rimarranno indelebili per tutta la vita …”

I più scafati, quelli “esperti” avranno certamente concepito la giornata come spunto per migliorare e sentire le proprie sensazioni corporee; gli atleti meno “navigati” avranno saputo cogliere un segnale per arricchire la propria formazione e poi ci sono i principianti alla prima gara: impauriti ma coraggiosi, smarriti ma affascinati e vogliosi come non mai di provare… i risultati ci sono stati come sempre, ma oggi gradiamo sorvolare sui tempi e sulla graduatoria, rivolgendo a tutti un caloroso abbraccio ed un gran “complimenti ragazzi”.

Questi i nomi degli atleti chiaravallesi che hanno coperto le 8 staffette:

  • staffetta svedese ragazze (100m-200m-300m-400m): Piazza Aurora, Salemi Alice, Santinelli Sara e Piazza Anna)
  • staffetta svedese ragazzi (100m-200m-300m-400m): Carestia Federico, Piombetti Leonardo, Piazza Alberto e Galassi Giovanni
  • staffetta 4 x 100m ragazzi (coperte 2 staffette): Marcucci Filippo, Piombetti Leonardo, Giorgio Leonardo, Sebastianelli Davide, Giuliodoro Francesco, Ascani Simone, De Rosa Lorenzo e Perini Giovanni.
  • staffetta 4 x 100m cadette (coperte 3 staffette): Stimilli Caterina, Moretti Silvia, Dolciotti Noemi, Moretti Livia, Chiappini Nicole, Piergigli Giorgia, Gambella Sara, Olivetti Aurora, Alessandroni Matilde, Busti Chiara, Pasquini Giulia e Latini Chiara.
  • Staffetta 4 x 100m cadetti: Pistoni Lorenzo, Foggia Francesco, Bongiovanni Davide e Rossini Leonardo

da Atletica Chiaravalle fans club

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments