Politica
gennaio 27, 2015 1833 Visualizzazioni

Gruppi Consiliari ApertaMente e Siamo Chiaravalle: “Mensa scolastica pre-pagata e… pre-stampata!”

Gruppi Consiliari ApertaMente e Siamo Chiaravalle: “Mensa scolastica pre-pagata e… pre-stampata!”

Venerdì 23 gennaio 2015 si è riunita alle ore 14:00 presso la residenza municipale la 3^ Commissione Consiliare, per esaminare due punti all’ordine del giorno:
1) Nuovo Regolamento Teatro Comunale
2) Modalità di prepagamento per il servizio di refezione scolastica.

Il secondo ODG, in estrema sintesi, aveva ad oggetto l’approvazione delle nuove modalità di pagamento delle tariffe del servizio di mensa scolastica, con il c.d. sistema pre-pagato (in pratica ad ogni bambino iscritto al servizio è assegnato un codice personale di identificazione, al quale sono associati tutti i suoi dati personali; il servizio dovrà quindi essere pagato anticipatamente presso il Servizio Pubblica Istruzione del Comune di Chiaravalle, oppure con carta di credito o pagamento su internet).

Dopo circa un’ora di discussione sul predetto ODG e di richiesta di chiarimenti e di inserimento di emendamenti proposti dai Commissari di opposizione Camerucci (Siamo Chiaravalle) e Tanfani (ApertaMente), la commissione aveva deciso di apportare delle modifiche al testo originario; a questo punto l’Assessore Francesco Favi, firmatario del documento, riferiva però in aula che, vista l’urgenza (quale tipo di urgenza??), l’Amministrazione Comunale aveva già stampato centina di copie del documento (NON ancora esaminato dalla Commissione) da consegnare il giorno successivo ai genitori degli alunni durante le giornate di “scuola aperta” indette presso un istituto scolastico del territorio.
Un errore grave, ma non irrimediabile (peccato per la carta stampata e per lo spreco di denaro pubblico), in quanto si potevano comunque distribuire delle nuove copie con le correzioni discusse e da approvare.
Ma ecco il colpo da maestro.

Successivamente è emerso che la bozza di documento, che doveva essere discussa in commissione consiliare, era in realtà già stata distribuita ai genitori dalle ore 13 del medesimo giorno 23 gennaio, cioè prima di essere sottoposta al vaglio dei membri della commissione medesima.

Ma è mai possibile che un documento ufficiale sia distribuito pubblicamente ai cittadini prima della sua discussione e approvazione finale?
Ma a che cosa servono allora le commissioni e gli organi istituzionali?
Chi ci governa dimostra sempre di più un atteggiamento arrogante e prevaricatore, in spregio alle più elementari norme di democrazia e della partecipazione (e non solo!!!).

A questo punto, è chiaro per quale ragione il Comitato Mensa Genitori, organo consultivo e propositivo del Comune, non sia stato nemmeno convocato per la seduta del 23 gennaio (circostanza sollevata in via preliminare dal consigliere Tanfani prima dell’apertura della discussione, alla quale nessuno ha saputo fornire spiegazioni plausibili).
Meditate gente, meditate!!!

da Gruppo Consiliare ApertaMente e Gruppo Consiliare SiAmo Chiaravalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments