Politica
febbraio 23, 2015 1612 Visualizzazioni

FI Chiaravalle: “Solidarietà a Barchiesi della Polizia Municipale e un plauso ai Carabinieri”

FI Chiaravalle: “Solidarietà a Barchiesi della Polizia Municipale e un plauso ai Carabinieri”

Il Coordinamento Comunale di F. I. di Chiaravalle, riunitosi d’urgenza in seguito al gravissimo ed inaccettabile episodio di violenza avvenuto Venerdì 20 Febbraio u.s. in Via Verdi nei pressi di piazza delle Erbe, esprime solidarietà e vicinanza al Dr. Giuliano Barchiesi, della Polizia Municipale di Chiaravalle che, nell’esercizio delle sue funzioni, presso il mercato settimanale della frutta, durante i normali controlli a difesa della legalità e del rispetto delle regole, veniva aggredito da due energumeni, padre e figlio, risultati poi pluripregiudicati, autori di una infrazione, riportando ferite bisognose di cure presso il locale Pronto Soccorso.

Il nostro plauso va anche agli uomini della locale stazione dei Carabinieri tempestivamente intervenuti in soccorso del Dr. Giuliano Barchiesi, all’arresto dei due aggressori ed al ripristino della legalità.

da Andrea D’Ascanio Coord. Com. F. I. Chiaravalle

2 Commenti

  • Perché la storia non si ripeta.
    Già qualche mese fa sollevai il problema sull’inosservanza dei divieti di sosta in via Verdi all’altezza della zona dove il venerdì si svolge il mercato delle erbe.
    Tale inosservanza, aggravata dalla presenza della fermata dei mezzi pubblici, rendeva complicata la circolazione e quindi la sicurezza di pedoni e automobilisti per cui, secondo me, si rendeva necessaria la presenza di un vigile urbano in quel punto, il venerdì mattina.
    L’Amministrazione prese in considerazione la segnalazione inviando un operatore che, con solerzia, svolgeva il suo compito con evidenti miglioramenti per la viabilità e la sicurezza.
    Purtroppo, inspiegabilmente, questo provvedimento che portava indubbi vantaggi non è stato continuo per cui quando la zona era presidiata tutto si svolgeva con ordine, quando non lo era tutto ritornava come prima.
    Venendo all’episodio in oggetto c’è da sottolineare che gli ambulanti, che venerdì hanno costretto il vigile ad intervenire poiché il loro mezzo stazionava sul parcheggio riservato ai disabili, erano già presenti in quel punto anche i venerdì precedenti (seppur con l’Ape “solo” in divieto di sosta) ritenendo, evidentemente, “strategica” la posizione per i loro affari.
    Detto questo nasce spontanea la domanda: si sarebbe potuto fare un’azione di prevenzione, senza rischi per nessuno, se un vigile urbano, presente tutti i venerdì, avesse impedito agli ambulanti di “stabilizzare” il loro business?
    Poiché questo non è accaduto è evidente, invece, che l’intervento del vigile è stato preso come un’interferenza ad un, diciamo, diritto acquisito in difesa del quale poteva accadere una tragedia.

    • Vogliamo vedere cosa succederà venerdì prossimo:
      ci saranno i vigili e non l’ambulante o ci sarà l’ambulante e non i vigili?
      Sarò stato tutto inutile?
      Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments