Sport
novembre 10, 2014 1241 Visualizzazioni

Fenucci fa il punto dopo la sconfitta col Montegiorgio

Fenucci fa il punto dopo la sconfitta col Montegiorgio

“Non colpevolizzo nessuno (sconfitta col Montegiorgio ndr) – dice il tecnico chiaravallese – ma tutti dobbiamo dare il massimo. Siamo una squadra giovanissima e con poca esperienza che non può prescindere da alcuni esperti: Giovanni Fenucci, Gabrielloni, Domenichetti, Rossini. Siamo gli unici che giocano molto spesso con 4 juniores di cui un portiere del 97, un regista del 98, un centravanti 96 e vari 95: tutti ragazzi molto promettenti ma…ragazzi. Sono molto contento di allenare giovani perchè sono un allenatore non un…gestore ma coi giovani ci vuol molto tempo. Alcuni di essi bravi tecnicamente devono capire che nel calcio, non solo in questo campionato, le qualità tecniche da sole non bastano per primeggiare e ci vuol determinazione, fame, passione, voglia feroce di migliorarsi. Qualche volta sta a me ricordaglielo perchè i giovani hanno memoria labile.

Detto questo – prosegue Gianluca Fenucci – il nostro cammino è positivissimo e sono soddisfatto: basta confrontare, tutte le domeniche le formazioni e si scopre che la Biagio ha una squadra giovanissima ed inesperta. Non significa che non vogliamo stare nelle posizioni di vertice e ritroveremo presto la via maestra ma non ci si può stupire per qualche battuta d’arresto: non siamo noi tra le squadre che possono e debbono vincere il torneo e l’ho sempre sostenuto anche perchè il budget è limitato. Poi non dobbiamo accontentarci mai e dobbiamo sempre aver voglia di migliorarci. Penso che l’Eccellenza come altre categorie sia una sorta di laboratorio ed è una vetrina per i giovani ma bisogna sempre giocare con la giusta determinazione agonistica. Ora sotto col lavoro con grandi motivazioni e dando spazio a chi dimostra maggior fame ed attenzione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments