Politica
gennaio 16, 2015 951 Visualizzazioni

De Vecchis (NCD): “A Chiaravalle la partecipazione della cittadinanza non è gradita”

De Vecchis (NCD): “A Chiaravalle la partecipazione della cittadinanza non è gradita”

L’assenza del sindaco e del gruppo di maggioranza alla presentazione della idea-proposta presentata il giorno 07/gennaio scorso da noi e da Forza Italia ci lascia pensare. Ebbene si, dopo aver riscontrato la veridicità di ciò che ci hanno riferito, noi non crediamo più ad impegni improvvisi del Primo cittadino perché era presente a non più di 50 metri dalla sala davanti al bar intento a trattenersi fumando il suo sigaro. La posizione era idonea al controllo delle presenze.
Perché questo atteggiamento nonostante l’invito fosse stato recapitato in comune nelle mani dei messi comunali? Chiusura a chi non è della stessa linea? Mancanza di argomenti per difendere le posizioni prese? Sicurezza di essere replicato o addirittura smentito su affermazioni fatte in precedenza? Non sufficientemente dottrinato da qualcuno?

Non lo sapremo mai, comunque resta un dato di fatto sconcertante: a chiaravalle la partecipazione della cittadinanza non è gradita anzi è più che fastidiosa. Alla faccia della democrazia partecipata tanto propagandata in campagna elettorale.

Purtroppo siamo tornati a tempi che sono stati combattuti con il sangue,come ha fatto Mario Petrini (partigiano ed attivista della nascita ed affermazione della forza politica oggi all’amministrazione) e come tutto il resto ignorato da chi invece gli deve tanto solo a pensare che il posto in consiglio comunale è figlio di quella attività politica.

Speriamo che in futuro questo atteggiamento cambi per il bene della città altrimenti ci dobbiamo aspettare tempi molto bui. Noi saremo sempre pronti a denunciare pubblicamente queste manifestazioni poco democratiche. Il problema di una città è la Propria identità non del suo Primo Cittadino.

da Michelangelo De Vecchis
Nuovo Centro Destra Chiaravalle “Alfio Lama”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments