Cronaca
marzo 25, 2015 3707 Visualizzazioni

Ausiliario del traffico preso a schiaffi a Chiaravalle

Ausiliario del traffico preso a schiaffi a Chiaravalle

Ricevere una certa dose di offese ed improperi è compreso nello stipendio ma arrivare a prendere schiaffi, calci e spintoni questo proprio no!”. La butta quasi sulla boutade Piercarlo Tigano, il comandante della polizia municipale di Chiaravalle, ma l’ennesimo episodio di violenza ai danni di un vigile urbano ha lasciato il segno. E questa non è una battuta.

Fabio Angeletti, ausiliario del traffico ed ex autista del comune di Chiaravalle, ha passato un brutto mezzogiorno lunedi scorso. Aveva elevato una contravvenzione in corso Matteotti perché un’auto era stata parcheggiata sulle strisce pedonali ed aveva continuato il suo giro di perlustrazione  avvicinandosi alla scuola Montessori di via Leopardi dove una mezz’ora dopo sarebbero usciti gli alunni al termine delle lezioni. In men che non si dica, però, un giovane molto su di giri, urlando e sbraitando, gli si è avventato contro reclamando l’annullamento della multa e brandendo a mo’ di sfida il famigerato foglietto rosa. “Ho parcheggiato lì solo per pochi minuti – gridava il ventisettenne residente a Chiaravalle ma originario di una città del meridione – e mi hai subito fatto la contravvenzione, come se non aspettassi altro. Non vedi l’ora di multare la gente – continuava il giovane in preda all’ira – e così non è giusto”.
Evidentemente però il ventisettenne non si accontentava di apostrofare duramente l’ausiliario perché improvvisamente lo colpiva con un violentissimo schiaffo a mano aperta e con uno spintone che faceva barcollare Fabio Angeletti, che nel frattempo aveva già allertato i carabinieri.

Alla scena hanno assistito molti testimoni che in quel momento si trovavano in via Leopardi, di fronte alla scuola e nei pressi dell’ufficio postale, della vicina banca e del bar Capriccio. Fabio Angeletti è stato colto si sorpresa. Il giovane si è repentinamente allontanato dalla zona ma è già stato identificato. Angeletti ha subito sporto denuncia per le lesioni personali subite presso la locale compagnia dei carabinieri e si è recato poi al pronto soccorso dell’ospedale dove gli sono stati diagnosticati tre giorni di prognosi.
Sia il comandante Tigano che il corpo di polizia municipale hanno espresso solidarietà all’ausiliario del traffico.

di Gianluca Fenucci

1 Commento

  • Da cittadino esprimo la massima solidarietà a Fabio Angeletti.
    Da noi vigono le regole……il far west rimanga pure dov’era.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments