Eventi
novembre 26, 2014 1440 Visualizzazioni

A Chiaravalle un importante convegno internazionale sulla Montessori

A Chiaravalle un importante convegno internazionale sulla Montessori

Venerdi 28 e sabato 29 novembre molti esperti e studiosi di fama mondiale del pensiero ed dell’opera di Maria Montessori sono a Chiaravalle per il convegno internazionale dal titolo “I processi cognitivi, le tecnologie interattive ed il metodo Montessori” organizzato dalla Fondazione Chiaravalle Montessori.

L’iniziativa, ideata in collaborazione con lo studio di design e comunicazione RossodiGrana, con l’importante partnership, tra gli altri, di Apple MedStore ed Apple Solution Expert Education, vedrà la partecipazione di relatori di chiara fama nazionale ed internazionale, tra i quali Lamberto Maffei, presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Richard A.Ungerer, direttore esecutivo Association Montessori Society di New York, Luciano Mazzetti, presidente del Centro Internazionale di Perugia, John Hurst, Apple Distinguished Educator, Angela Fawcett, direttore dell’università di Sheffield, Pino Grimaldi dell’Accademia di Napoli, Raniero Regni dell’università di Roma, Piero Crispiani dell’università di Macerata. Il tema del convegno sarà analizzato sotto diversi profili: pedagogico, psicologico e neuropsichiatrico.

“E’ sempre più chiara – affermano gli organizzatori del convegno – la percezione dei profondi mutamenti che interessano i processi della formazione umana, riferiti sia allo sviluppo organico e bio-psicosociale delle nuove generazioni, sia alla formazione culturale e professionale. L’uso delle tecnologie è sempre più pervasivo nelle pratiche quotidiane scolastiche ma anche in quelle del tempo libero extra-scolastico e nel mondo lavorativo per una comunicazione efficace e una progettazione condivisa. Tutto ciò rimanda ad una forte domanda di saperi, non solo pedagogici, che conferisca corretto significato alle stesse negli ambiti dove il loro utilizzo incrocia i processi culturali individuali e sociali. È proprio dalla necessità di studiare e analizzare l’interazione tra i processi cognitivi, il metodo e la modernità che durante il convegno, oltre alla parte accademica, saranno presentati nuovi progetti tra cui: uno studio sulla strutturazione degli spazi didattici, riprogettati nel rispetto delle attuali esigenze estetico/ambientali tra tecnologia e design degli arch. Hans Kruger Goffi ed Angelica Meucci di Flowerssori, azienda che progetta mobili ecologici per bambini ispirati alla filosofia Montessori; il progetto presentato da Tabula Fabula di Roma, che analizza l’utilizzo degli strumenti più moderni, pc, smartphone, tablet per guidare i bambini all’uso “intelligente” di questi mezzi con un’applicazione interattiva appositamente programmata perché supporti lo sviluppo di quegli stessi processi cognitivi finora stimolati da una strumentazione didattica più classica; l’esperienza dell’istituto comprensivo Bruno da Osimo dal titolo “Da una classe diversamente complessa alla classe scomposta – l’uso dell’IPAD come strumento didattico”. Al termine della sessione del sabato saranno presentati i risultati del workshop Apple condotto da Domizio Baldini e da Italo Ravenna.
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito una medaglia all’evento chiaravallese.

di Gianluca Fenucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Facebook Comments